“Cioran e Caraco: la differenza fondamentale” (Fabrizio Li Vigni) [It]

Sitosophia – Intossicati di cultura

Nato a Costantinopoli nel 1919, Albert Caraco fu uno scrittore e filosofo francese di origini ebraiche. Durante l’infanzia cambiò più volte dimora, vivendo con la famiglia tra Vienna, Praga, Berlino e Parigi. In quest’ultima città studiò economia, prima di fuggire, all’approssimarsi della Seconda Guerra mondiale, in favore del Sud America. Lì si convertì al cattolicesimo, scelta di cui si pentì più tardi, e incoraggiato dai genitori, iniziò a pubblicare alcune poesie e dei racconti simbolisti. All’indomani dei trattati di pace, la famiglia Caraco si ristabilì nella capitale francese, dove con un regime di stampo monastico Albert si avviò a produrre una vasta opera, per lo più non tradotta in italiano, che con toni apocalittici e nichilisti si spendeva nel vituperio del mondo, dell’umanità e, in particolare, delle donne. Viene spesso accostato, per questa vena pessimista e per la prosa tagliente, a Cioran, del quale fu un estimatore non contraccambiato… [+]

Anúncios