Dialogo con Mirko Integlia su «Tormented by God: The Mystical Nihilism of Emil Cioran» (parte II)

Orizzonti Culturali Italo-Romeni, n. 1, gennaio 2020, anno X In questa seconda parte dell’intervista di Rodrigo Inácio R. Sá Menezes con Mirko Integlia, autore del libro Tormented by God: The Mystical Nihilism of Cioran (Libreria Editrice Vaticano, 2019), la conversazione gira intorno a temi quali il pericolo-Cioran (in virtù della natura labirintica e «ipertestuale» della scrittura frammentaria…

Leia mais

In dialogo con Mirko Integlia su «Tormented by God: The Mystical Nihilism of Emil Cioran»

ORIZZONTI CULTURALI ITALO-ROMENI, n. 12, dicembre 2019, anno IX È stato pubblicato da poco un nuovo libro su Cioran, uno importantissimo, a giudicare dal tema e dall’approccio: Tormented by God: The Mystical Nihilism of Emil Cioran (Libreria Editrice Vaticana, 2019), scritto dal filosofo e teologo Mirko Integlia. Un’approfondita analisi storico-ermeneutica di questo che l’esegeta concepisce come…

Leia mais

ORIZZONTI CULTURALI ITALO-ROMENI, n. 12, dicembre 2019, anno IX Il 27 novembre 2019 si è svolta all’Università Federale di ABC [1] (UFABC) la «Jornada Acadêmica – 70 anos do Précis de Décomposition» (Breviário de Decomposição), un miniconvegno organizzato per dibattere l’attualità e l’importanza del Sommario di Decomposizione in occasione dell’anniversario dei 70 anni dalla pubblicazione in Francia […]

via Breviário de Decomposição 7.0

“Benjamin Fondane. Tra Gerusalemme e Atene” (Francesco Testa)

Orizzonti Culturali Italo-Romeni, n. 11, novembre 2019, anno IX Il libro Tra Gerusalemme e Atene – recentemente pubblicato dalla casa editrice Giuntina – offre per la prima volta al pubblico italiano una prospettiva d’insieme sul rapporto di Benjamin Fondane con l’ebraismo. Il volume – curato da Francesco Testa e Luca Orlandini – raccoglie gli articoli che il…

Leia mais

“Tormentato da Dio. Il nichilismo mistico di Emil Cioran”, nuovo libro di Mirko Integlia (Antonio Di Gennaro)

Orizzonti Culturali Italo-Romeni, n. 11, novembre 2019, anno IX Il lavoro di Mirko Integlia costituisce un punto di vista importante, un tassello fondamentale, un anello essenziale per l’analisi e la ricostruzione dell’opera di Emil Cioran, nell’ambito della storia della filosofia continentale contemporanea. È la prospettiva di un uomo di fede, di un sacerdote, di un…

Leia mais

In memoriam Maria Liliana Herrera, filosofa e studiosa pioniera di Cioran (Rodrigo Inácio R. Sá Menezes)

Orizzonti Culturali Italo-Romeni, n. 11, novembre 2019, anno IX L’Accademia e l’intellettualità colombiane, così come la comunità cioraniana internazionale, hanno recentemente perso una figura molto importante: la poetessa, traduttrice, filosofa e studiosa pioniera di Cioran, María Liliana Herrera (1960-2019), scomparsa il 20 settembre 2019, a Pereira, Colombia. Professoressa di Filosofia all’Universidad Tecnológica de Pereira (UTP) e…

Leia mais

Intervista con Vincenzo Fiore: su filosofia auto-sperimentale, anti-fanatismo e «l’infernale sincerità» di Cioran

Orizzonti Culturali Italo-Romeni, n. 9, settembre 2019, anno I «In un’epoca dove il fanatismo sembra essere tornato alla ribalta a livello mondiale, il pensatore romeno è un antidoto che ci rende immuni». (Vincenzo Fiore) A partire da questa premessa, pubblichiamo un’intervista con Vincenzo Fiore che affronta la filosofia auto-sperimentale, l’anti-fanatismo e «l’infernale sincerità» di Cioran. Vincenzo…

Leia mais

“Il sentimento della morte nella poesia di Eminescu” (Armando Santarelli)

Orizzonti Culturali Italo-Romeni, n. 7-8 luglio-agosto 2019, anno IX Penso che non ci sia opera poetica più indagata, nella letteratura romena, di quella di Mihai Eminescu (1850-1889). Il perché è ovvio: Eminescu è assurto alla dignità di poeta nazionale, è il letterato romeno più conosciuto e amato. Inoltre, la sua produzione abbraccia più generi, e…

Leia mais

“Il vuoto come assenza di possibilità: l’antisistema di Cioran” (Serenella Di Michele)

ORIZZONTI CULTURALI ITALO-ROMENI – Rivista Interculturale bilingue, n. 6, giugno 2016, anno VI. La scrittura fulminea di Cioran colpisce il lettore senza pietà. Se quest’ultimo non ha alcuna intenzione di assistere alla demolizione delle credenze cui è aggrappato, risponde senz’altro con il rifiuto e la derisione, ma se ha una predisposizione alla caduta – ovvero una tendenza…

Leia mais

«La voluttà del disastro: Note sciolte per Cioran». Intervista con Ricardo Gil Soeiro

ORIZZONTI CULTURALI ITALO-ROMENI – Rivista Interculturale Bilingue, anno IX, febbraio 2019 «L’ESISTENZA, per Cioran, oscilla sempre in questa delicata tensione tra, da un lato, l’assumersi come tragedia incommensurabile e, dall’altro, l’essere messa in prospettiva come una lieve noia, come un tedio che deve essere sopportato…  Ad ogni modo, si tratta sempre (come nel caso di…

Leia mais

«Emil Cioran. La filosofia come de-fascinazione e la scrittura come terapia», di Vincenzo Fiore (Alessandro Seravalle)

ORIZZONTI CULTURALI ITALO-ROMENI, settembre 2018, anno VIII La casa editrice Nulla Die ha da poco dato alle stampe questo pregevole saggio del giovane studioso irpino Vincenzo Fiore, dal titolo Emil Cioran. La filosofia come de-fascinazione e la scrittura come terapia, che rivela, fin dalle prime righe, l’estrema accuratezza che lo stesso pone nell’affrontare alcuni dei temi-chiave…

Leia mais

“Cioran e la genealogia del demiurgo. Note al «Cahier de Talamanca»” (Umberto Cardinale)

ORIZZONTI CULTURALI ITALO-ROMENI, n. 1, gennaio 2015, anno V Nel Cahier de Talamanca (Mercure de France, Paris, 2000, ediz. it. Taccuino di Talamanca, Adelphi, Milano, 2011), si legge che, nell’estate del 1966, Cioran progetta un saggio sulla redenzione: «Non mi è ben chiaro quale piega debba prendere il mio saggio sulla redenzione. (Bisogna che legga Mainländer, rilegga E. von Hartmann…

Leia mais

“Cioran, il mistico che non credeva in nulla. Un convegno a Napoli” (Alessandro Seravalle)

Orizzonti Culturali Italo-Romeni, gennaio 2018, anno VIII Il 15 e 16 novembre 2017 alcuni tra i più importanti studiosi del pensiero di Emil Cioran si sono dati appuntamento presso la splendida Aula Magna della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale (sezione San Tommaso d’Aquino) per discutere da differenti angolazioni, sotto la direzione scientifica di Antonio Di…

Leia mais

“Ceronetti e Cioran. Amichevoli messaggeri dell’inesorabile” (Alessandro Seravalle)

Orizzonti Culturali Italo-Romeni – Rivista Interculturale Bilingue, ottobre 2018, anno VIII Una confessione, per cominciare. Redigere un articolo in modo oggettivo intorno a questi due giganti del pensiero non allineato può risultare difficoltoso per chi, come lo scrivente, veda in entrambi due fari nel mare in tempesta, due salde boe cui aggrapparsi, un approdo sicuro.…

Leia mais

“Né con Dio, né senza Dio. Cioran, il mistico” (Massimo Carloni)

Il cielo grigio senza nuvola  costeggia l’aria grigia senza fine  di coloro che non sono né per Dio né per i suoi nemici. Beckett In lotta con il divino «È religioso chi può dispensarsi dalla fede, ma non da Dio»[1]. Così Cioran, prima di congedarsi definitivamente dall’idioma romeno, quasi a prefigurare la personale lotta col…

Leia mais

“Tra il sospiro e l’epigramma: analisi dell’opera di E. M. Cioran” (Mattia Luigi Pozzi)

Cioran l’eretico. Tesi universitaria di Mattia Luigi Pozzi. Orizzonti Culturali Italo-Romeni, n. 3, marzo 2015, anno V «Qualsiasi commento a un’opera è cattivo o inutile, perché tutto ciò che non è diretto è senza valore» [1]. Nel presente elaborato ci occuperemo, da eretici, di un’eresia. Se esiste infatti una possibilità di definizione per il pensiero e…

Leia mais

Cioran, l’orrore e l’estasi della vita: dialogo con Massimo Carloni

Intervista realizzata da Ciprian Vălcan. Orizzonti Culturali Italo-Romeni, n. 7, luglio 2012, anno II. La figura del grande pensatore romeno, il suo rapporto con la tradizione filosofica e religiosa, come pure la ricezione della sua opera in Italia sono al centro del dialogo tra Ciprian Vălcan e Massimo Carloni, studioso del filosofo di Răşinari. «Di Cioran…

Leia mais

“Note sul nulla: un’indagine sul nichilismo nel pensiero di Emil Cioran” (Rodrigo Inácio R. Sá Menezes)

Orizzonti Culturali Italo-Romeni, maggio 2017, anno VII Senza Dio tutto è nulla. E Dio? Nulla supremo. Sillogismi dell’amarezza Che peccato che il «nulla» sia stato svalutato dall’abuso che ne hanno fatto filosofi indegni di esso! Squartamento «Il bene stesso è un male», affermò Cioran in un’intervista. Il commento, emblematico del suo pensiero metafisico, rivela una delle…

Leia mais

Intellettuali senza patria: Emil Cioran e Dieter Schlesak. Pubblicato il carteggio

CIORAN, Emil. Un’altra verità: Lettere a Linde Birk e Dieter Schlesak. A cura di Antonio di Gennaro. Trad. de Massimo Carloni e Mattia Luigi Pozzi. Sesto San Giovanni: Mimesis Edizioni, 2016. Da Vivetta Valacca, Orizzonti Italo-Romeni, febbraio 2017, anno VII Cioran pubblica la sua opera prima Pe culmile disperării nel 1934. Nel 1934 nasce Dieter Schlesak. La patria comune è…

Leia mais

Cioran terapeutico: ermeneutica psicologica del pensiero negativo [Ita]

Orizonti Culturali Italo-Romeni, n. 9, settembre 2014, anno IV [+] Recensione di Amelia Natalia Bulboacă Una lettura di Emil Cioran scatena sempre nel lettore sensazioni ambivalenti e contraddittorie. Non siamo in grado di capire perché un autore unanimemente (e superficialmente) considerato un pessimista e un nichilista radicale riesca a ispirarci un’euforia e un’esuberanza che sullo spirito…

Leia mais

“«Max Stirner», il monologo visionario di Emil Cioran” (Amelia Natalia Bulboacă)

Orizzonti Culturali Italo-Romeni, ottobre 2016 Il testo qui proposto fa parte di quei manoscritti (provenienti dall’archivio del fratello di Emil Cioran, Aurel Cioran) che sono saliti alle cronache (per lo meno in Romania e in Francia) anche a causa delle travagliate vicende legate ai diritti di proprietà e alle rocambolesche vendite all’asta. Fortunatamente, questi documenti…

Leia mais

«Con infinita amicizia». Tre lettere di Emil Cioran a Nicolae Steinhardt

Orizonturi Culturale — Pubblichiamo la traduzione in lingua italiana di tre lettere scritte tra il 1980 e il 1983 da Emil Cioran a Nicolae Steinhardt. Le lettere furono rese note nel 2004 dalla rivista «Foaia românească». Sulla biografia e l’opera di Steinhardt, ricordiamo l’articolo Per la strada incantata dell’amore: il «Diario della felicità» di Nicolae Steinhardt uscito…

Leia mais

La «noia moldava» prima di Sartre: il romanzo dell’Io di Max Blecher (Giovanni Rotiroti)

Orizzonti Culturali Italo-Romeni, n. 5, maggio 2012, anno II È necessario essere grati a Bruno Mazzoni, il quale insieme a Cărtărescu e a Herta Müller, quest’anno ha offerto al pubblico italiano un capolavoro assoluto del periodo tra le due guerre in Romania: Accadimenti nell’irrealtà immediata di Max Blecher, Keller editore. Attraverso la sua traduzione e…

Leia mais